lunedì 7 marzo 2016

LE NOVITÀ IN LIBRERIA #141



Le novità in libreria è una rubrica a cadenza settimanale che ho creato con lo scopo di parlarvi degli ultimi arrivi sugli scaffali delle nostre librerie. Ogni lunedì vi sottoporrò una scelta tra quelli che più mi hanno colpito.


Buon lunedì lettori in pantofole! Come è andato questo inizio di settimana? Io sto lavorando alla nuova grafica del blog ma diciamo che sono ancora in alto mare ^^ Avrei bisogno di qualche oretta tranquilla invece non riesco che a ritagliarmi pochi momenti... comunque l'importante è procedere, a passo di lumaca magari, ma prima o poi ce la farò. 
Intanto parliamo di novità! Inizio da un romanzo in uscita il prossimo 10 marzo che mi ispira molto e che spero di iniziare presto. Girl runner racconta la storia di un ex campionessa di atletica canadese e l'incontro tra generazioni. Sì, perché nella casa di cura dove giace anziana e dimenticata arrivano un giorno due giovani decisi a girare un documentario sui suoi successi... Aganetha sarà pronta per una nuova avventura?
Serafina e il mantello nero, invece, è in uscita domani. Un delizioso romanzo per ragazzi, a leggere la trama: un imponente castello, una ragazzina scomparsa e un uomo misterioso dal nero mantello... non lo trovate adorabile?
E per finire una raccolta di racconti firmati Dashiell Hammett e in uscita il 15 marzo.  O meglio, LA raccolta se pensate che l'autore ci lavorò per gran parte della sua vita. Una carrellata di personaggi e situazioni al confine tra poliziesco, giallo, pulp... insomma da non perdere.
Ho toccato tre generi molto diversi tra loro questa settimana, che ne dite? Ce n'è un po' per tutti i gusti non trovate? Di seguito tutte le info sui volumi:

CARRIE SNYDER

GIRL RUNNER
editore: Sonzogno; pagine: 288; EAN: 9788845426148; brossura: € 16,50

Girl runner, la ragazza che correva, si chiama Aganetha Smart e, nel 1928, conquistò la medaglia d'oro per il Canada alle Olimpiadi di Amsterdam. Ma chi si ricorda più di lei e della sua gloria passata, ora che vive sola e abbandonata in una casa per anziani? Eppure, un giorno, la sua tranquilla routine viene interrotta dalla visita di un ragazzo e una ragazza, desiderosi - almeno così dicono - di farsi raccontare la sua storia e girare un documentario sulle sue imprese sportive. Con il corpo debole ma la mente pronta a un'ultima avventura, Aganetha si lascia così caricare in auto e trascinare via. Man mano che il viaggio la conduce verso i luoghi della sua infanzia, nelle brumose campagne dell'Ontario, i ricordi di Aggie (come la chiamavano affettuosamente in famiglia) invadono la scena, si accavallano, raccontando una vita movimentata e intensa. I numerosi personaggi del suo lontano passato tornano così a esistere, più presenti dei vivi che la circondano: c'è Aganetha bambina e poi adolescente che, insieme alle sorelle, impara a conoscere il mondo dei grandi; c'è la Prima guerra mondiale, che si porta via tanti giovani; c'è la scoperta del talento atletico e quell'allenatore che eccita la sua voglia di primeggiare; ci sono i tormenti dell'amicizia femminile e poi quelli del primo amore; infine c'è la donna adulta, alle prese con scelte di vita che non sempre si collocano nel solco della propria epoca. Oltre a una trama ricca di colpi di scena, è la voce narrante di Aganetha a sedurre e ipnotizzare il lettore, con le sue emozioni, la sua forza d'animo e quella speciale generosità che la porta a entrare in contatto con persone molto diverse da lei. Solo quando il suo viaggio si avvia alla conclusione, Aggie scopre che i due giovani che sono venuti a cercarla non sono quel che dicono di essere, e conoscono un segreto che lei non ha mai rivelato a nessuno.

ROBERT BEATTY

SERAFINA E IL MANTELLO NERO
editore: Mondadori Electa; pagine: 300; EAN: 9788891807076 
copertina rigida: € 16,90

Serafina non ha mai avuto motivo di disubbidire a suo padre, avventurandosi nei vasti possedimenti del castello di Biltmore, ma è stanca di esplorare di nascosto l'immensa dimora. Nessuno dei ricchi signori che vivono ai piani alti è al corrente della sua esistenza: lei e il papà vivono nello scantinato, da sempre. Quando però una notte una bambina viene rapita sotto i suoi occhi, solo Serafina può sapere chi è il colpevole: una misteriosa figura con un mantello che si aggira nei cunicoli del seminterrato. Preda e cacciatrice allo stesso tempo, Serafina, insieme a Braeden Vanderbilt, il giovane nipote dei proprietari di Biltmore, affronterà ogni sorta di rischio pur di scoprire la vera identità dell'uomo con il mantello nero... prima che i ragazzini spariscano tutti, a uno a uno. L'impresa in cui si imbarca Serafina la porterà nel cuore di quella foresta che ha sempre temuto: lì scoprirà una magia ormai dimenticata e tuttavia familiare. Per salvare Biltmore da un oscuro potere, Serafina dovrà trovare le risposte che potrebbero risolvere l'enigma del suo misterioso passato.


DASHIELL HAMMETT

ON THE WAY
editore: Mondadori; pagine: 336; EAN: 9788804624547
brossura: € 22,00

Chiamate questo volume "Hammett Unplugged". Diciassette racconti e tre soggetti cinematografici, nessuno dei quali precedentemente raccolto in un'antologia e per la maggior parte inediti, compongono questo volume, il che costituisce un'eccezione significativa rispetto al lavoro per il quale Dashiell Hammett è più conosciuto. Le prime storie sembrano risalire agli inizi della sua carriera autoriale, le ultime potrebbero indicarne la conclusione. Hammett non è uomo da accumulare materiale in modo indiscriminato. Una volta esaurito il loro compito, si sbarazza di libri, riviste e manoscritti. Quello che invece conserva per oltre trent'anni sono i dattiloscritti e le successive versioni di lavoro di questi racconti, spostandoli da una costa all'altra, da un albergo all'altro, da un appartamento all'altro. Sono testi importanti per lui. In queste pagine infatti Hammett supera svariati confini narrativi, dà prova del suo raffinato senso dell'ironia ed esplora la complessità degli incontri sentimentali. È a volte sensibile ma, più spesso, anche duramente obiettivo. Esegue caricature di uomini pieni d'orgoglio, traccia ritratti empatici di donne forti e fa la parodia degli intrighi della narrativa pulp. Sposta la focale dalla violenza al duro confronto drammatico tra i personaggi come elemento chiave dell'intrigo. Rimane celebre la sua esternazione a Blanche Knopf nel 1928, secondo la quale in questo suo lavoro stava cercando di "fare della letteratura."

5 commenti:

  1. 'Stefania e il mantello nero' mi attira!

    RispondiElimina
  2. "Searafina e il mantello nero" ispira anche me... come dicevi: assolutamente adorabile! ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero? Mi sembra una bella lettura per ragazzi ^^ Ora sono sommersa dai libri ma lo sto tenendo sotto osservazione ^^

      Elimina
  3. la copertina di Beatty è stupenda!! Finalmente fanno delle copertine anche da noi..

    stufa del 'freddo'? voglia di primavera? sei stata taggata nel mio tag petaloso:
    http://memoriedinchiostro.blogspot.com/2016/03/tag-primavera-tra-le-pagine.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gio, grazie per il tag, vengo subito a curiosare ^^

      Elimina

Accomodatevi, infilate le pantofole e... lasciate un commento!