sabato 16 dicembre 2017

Jerry's Diary #13: un anno in libri


Buon weekend, lettori in pantofole! Lo so, forse è un po' presto per tirare le somme ma l'idea per questo post me lo ha dato il recap annuale di Goodreads. 
E così ho impilato sulla scrivania i romanzi più belli di questo 2017 agli sgoccioli e ne è venuta fuori la foto qui a lato. Che ne pensate? In effetti sono molto orgogliosa. 😉

Ma veniamo a noi, come ogni anno ho partecipato alla Reading Challenge del social dei lettori, come ogni anno l'obiettivo era di 40 libri e come ogni anno non ci sono andata nemmeno lontanamente vicino 😀
Anzi, rispetto al 2016 devo dire che sono peggiorata (se volete dare una sbirciatina al vecchio recap andate qui) ma nonostante tutto persevero, e così l'obiettivo rimarrà lo stesso anche per il 2018 in arrivo.
Ma se vogliamo parlare di numeri eccoli qua: Goodreads mi ricorda che ho letto 7.595 pagine ovvero 22 libri (mancano ancora 15 giorni alla chiusura della challenge magari riesco ad aggiungere un altro volume)...

sabato 9 dicembre 2017

The Sandman - Cacciatori di Sogni


“Questa è la cosa più preziosa che posseggo,” pensò. “E me ne privo, donandola al mare. Tutto ciò che chiedo in cambio è sapere come salvare la vita del monaco, perché se non faccio nulla lui sognerà uno scrigno, e poi una chiave, e di aprire lo scrigno con la chiave, e quindi morirà.”
(Neil Gaiman, The Sandman - Cacciatori di sogni)



Buonasera, lettori in pantofole! Come state trascorrendo questo lungo weekend natalizio? La sottoscritta si è dedicata agli addobbi: albero, luci, blog... proprio così anche Libri in pantofole si è vestito a festa, che ne pensate? 😉  
Ma veniamo a noi, il bello di questo ponte è che ho un po' di tempo per postare una nuova recensione. The Sandman - Cacciatori di sogni mi è capitato tra le mani quasi per caso e in un attimo mi ha ripiombato in pieni anni Novanta. 
Questo racconto illustrato pubblicato per la prima volta nel 1999 nacque come spin-off dell'allora serie a fumetti di culto The Sandman. Per intenderci, la serie che ha consacrato il genio di Neil Gaiman, una serie corposa in ben 10 volumi dall'immaginario ricco e poliedrico e con quel gusto gothic-dark decisamente affascinante.
Lo ammetto, non ho mail letto tutti i volumi, ma ho gustato The Sandman sulle strisce mensili dell'allora General Press. Forse qualcuno ricorda ancora "Il Corvo presenta", il mensile nato sull'onda del successo del fumetto di James O' Barr (che la sottoscritta ha adorato e di cui vi ho già parlato qui). 
È su quelle pagine che ho conosciuto Sogno, il solitario e oscuro signore del Mondo dei Sogni ed è stato un piacere ritrovarlo in questo elegante volumetto riccamente illustrato...

venerdì 1 dicembre 2017

Scomparsa


L'uomo gridava con voce roca, madido di sudore, esausto: «Cressida! Tesoro! Mi senti? Dove sei?». [...] 
In quella calda, afosa mezza estate brulicante di insetti del 2005, la figlia di Zeno Mayfield era scomparsa nella riserva forestale di Stato di Nautauga con l'apparente facilità con cui un serpente contorcendosi si libera della pelle ormai secca e logora.
(Joyce Carol Oates, Scomparsa)


Buonasera lettori in pantofole e benvenuto dicembre! Cosa c'è di meglio che inaugurare questo mese di festa con una nuova recensione? Oggi vorrei fare quattro chiacchiere con voi su un romanzo davvero inaspettato. Ho acquistato Scomparsa di Joyce Carol Oates per puro caso. Girovagavo sul Kindle Store e mi è caduto l'occhio su questo libro. Trama interessante, cover suggestiva e tra l'altro avevo già deciso di dedicarmi nuovamente alla Oates (avevo letto Ragazza nera / Ragazza bianca e qui trovate la mia recensione).
Un acquisto d'impulso, insomma, ma certo non mi sarei mai immaginata che Scomparsa mi avrebbe totalmente assorbita e coinvolta. Un romanzo corposo e intenso che si è rivelato una lettura bellissima...

sabato 25 novembre 2017

L'inverno di Frankie Machine


I turisti amano Frank perché è sempre di buon umore, è spiritoso e non lesina complimenti galanti alle donne.
Questo è Frank, il venditore di esche, che a Natale addobba la sua baracca come fosse il Rockefeller Center, e il giorno di Halloween si mette in ghingheri e distribuisce dolcetti, e ogni anno organizza una gara di pesca per i bambini, dispensando premi a tutti i partecipanti.      
(Don Winslow, L'inverno di Frankie Machine)


Buon weekend, lettori in pantofole! Come ve la passate? Siete sopravvissuti al tanto chiacchierato Black Friday? O siete ancora a caccia di occasioni? Be', per parte mia, non ho niente di nuovo da raccontarvi sul fronte acquisti, in compenso sono qui per parlarvi del mio secondo incontro entusiasmante con Don Winslow 😉
Mi ci sono avvicinata quest'estate assieme alle #minibookriders e, vi assicuro, leggere Winslow a Ocean Beach ha tutto un altro sapore! Così, dopo la bellissima esperienza con La pattuglia dell'alba, ho deciso di dedicarmi a un altro romanzo ambientato a San Diego: L'inverno di Frankie Machine. 
Che dire... Winslow sta rapidamente scalando la classifica dei miei autori crime preferiti e con il personaggio di Frank Machianno mi ha convinta una volta di più.

sabato 18 novembre 2017

Jerry's Diary #12: passione cover


Buon pomeriggio lettori in pantofole! Finalmente sono a casa, davanti al mio pc, con lo stereo accesso...  ed ecco che mi è venuta l'idea di un post un po' diverso dal solito. Oggi non parliamo di libri ma di musica ^^ e in particolare di cover...
C'è chi le ama, c'è chi le odia ma in fondo anche loro hanno fatto la storia della musica. Certo i puristi vi diranno che niente può superare l'originale (non sono poi così d'accordo) eppure certe cover hanno dato nuova vita ai pezzi originali, in alcuni casi hanno fatto addirittura conoscere quel brano  che altrimenti sarebbe rimasto perso nelle nebbie dell'oblio. Un esempio? Last Kiss dei Pearl Jam. Una delle maggiori hit della band di Seattle arrivata addirittura alla seconda posizione della Billboard Hot 100. Ma in quanti hanno mai ascoltato l'originale? Last Kiss, infatti, risale al 1961 ed è stata scritta da Wayne Cochran per i Wayne Cochran & the C.C. Riders.  Ammetto di averlo scoperto solo diverso tempo dopo aver assaporato il brano dei Pearl Jam. ^^