domenica 17 marzo 2019

New Orleans Sketches


Uno spettatore portò, da un negozio vicino, un pezzo di spago, e, sotto lo sguardo curioso dei due poliziotti e del crocchio formatosi, lo stelo di narciso fu immobilizzato. Il fiorellino rialzò la testa e di colpo il mugghiante dolore lasciò l'anima dell'idiota. I suoi occhi parvero due brandelli d'un cielo d'aprile dopo la pioggia, e la faccia sbavata fu estatica, lunare. 
(William Faulkner, New Orleans Sketches)


Buona domenica, lettori in pantofole!
Eccomi di nuovo a parlare di letture, e questa volta l'ispirazione è venuta dal bellissimo corso sulla Magic Louisiana della McMusa.
New Orleans Sketches è un librettino, appena 96 pagine, che raccoglie una serie di racconti composti da William Faulkner all'inizio della sua carriera. Per la sottoscritta è stato il primo approccio con il grande scrittore americano e di sicuro non sono riuscita a goderne tutte le sfumature: quella prosa in divenire che accenna ai romanzi del futuro, quelle tematiche in nuce qui solamente riflesse. Pure, mi sono lasciata guidare dalla bellissima introduzione di Carver Collins, professore, scrittore e grande estimatore dell'opera di Faulkner, per dedicarmi poi a quella prosa netta, pulita che mi ha messo tanta curiosità e tanta voglia di cimentarmi con le opere maggiori, L'urlo e il furore in primis...

domenica 24 febbraio 2019

Hell’s Angels


... La Minaccia è di nuovo in circolazione, gli Hell's Angels - la notizia bomba - corrono veloci e rumorosi sull'autostrada. Bassi sulla sella, non un sorriso, si insinuano come pazzi nel traffico, guidando a centocinquanta all'ora in mezzo alla strada, schivando le auto di pochi centimetri... Gengis Khan su cavalli d'acciaio - mostruosi destrieri dall'ano di fuoco - veloci a farsi una birra e anche tua figlia, non chiedono quartiere né lo concedono; i perbenisti vedano cos'è la classe, annusino lo sballo che non conosceranno mai...
(Hunter S. Thompson, Hell's Angels)


Cari lettori in pantofole, eccomi di ritorno!
Questa pagina ormai langue da molto tempo ma, ahimè, il lavoro mi sommerge: tra progetti, programmazioni e scadenze, ammetto di essermi persa e impigrita.
Riesco giusto a mantenere Instagram con qualche aggiornamento, ma niente di più.
Oggi, però, ho deciso di raccontarvi qualcosa sull'ultimo libro letto: Hell's Angels di Hunter S. Thompson. Lo puntavo da tempo, sia perché volevo cimentarmi con la scrittura di Thompson, sia perché la mistica del "motociclista ribelle" mi ha sempre molto incuriosita... e poi, diciamocelo, era un'occasione in più per tornare con la mente sulle strade californiane e, ovviamente, mi sono lasciata tentare...

domenica 3 febbraio 2019

Le letture di gennaio 2019



Buona domenica, lettori in pantofole!
Eccomi con il consueto appuntamento del weekend 😊. Questa settimana è tempo di recap e di fare il bilancio delle primo mese dell'anno. Mi hanno tenuto compagnia due letture, Le vergini suicide e Il diner nel deserto, è quindi ancora la letteratura americana a farla da padrone e la mia TBR (questo mese ho viaggiato in Michigan e Utah, ma lo leggerete tra poco).
A completare il quadro di gennaio ho inserito anche due new entries, un paio di romanzi che mi sono stati regalati per il compleanno...

domenica 27 gennaio 2019

Le vergini suicide


Le figlie dei Lisbon avevano rispettivamente: tredici (Cecilia), quattordici (Lux), quindici (Bonnie), sedici (Mary) e diciassette anni (Therese). Statura bassa, glutei rotondi nei jeans, guance pienotte che evocavano come un’eco quella morbidezza posteriore. I loro visi, le volte che riuscivamo a posarvi lo sguardo, ci colpivano come una sorta di rivelazione impudica, quasi fossimo avvezzi a vedere soltanto donne coperte da un velo. Nessuno sapeva spiegarsi il fatto che i Lisbon avessero messo al mondo quelle splendide creature.
(Jeffrey Eugenides, Le vergini suicide)


Buona domenica, lettori in pantofole!
Eccomi di ritorno con una nuova recensione ^^ Oggi vorrei parlarvi di un romanzo che mi ha tenuto compagnia nella prima metà del mese.
Le vergini suicide è da tempo in wishlist, il chiacchierato romanzo di Eugenides mi ha sempre incuriosita sin dai tempi dell'uscita del film diretto da Sofia Coppola (che, strano a dirsi, non ho ancora visto... ma ho intenzione di rimediare a breve). Finalmente, complice la mia TBR, mi sono fatta sotto e devo dire che, per quanto molto particolare, la lettura si è rivelata coinvolgente e disturbante insieme...