venerdì 6 novembre 2015

ALBION


Marco fece per alzarsi, ma Du Lac lo minacciò: «Non è una finzione, non devi combattere come se potessi sbagliare, perché la verità è che non puoi permetterti di perdere».
Quindi ritirò la lama, ma Marco non si sentì per niente sollevato; al contrario, qualcosa in lui cominciava a muoversi. Non avrebbe saputo dire cosa fosse né da dove venisse. Era un'inclinazione intima e profonda. Una memoria antica quanto l'istinto di sopravvivenza. La certezza che, se fosse caduto di nuovo, non si sarebbe rialzato.   
(Bianca Marconero, Albion)


Buongiorno lettori in pantofole! Eccomi di ritorno con una nuova recensione. Sto cercando di mettermi in pari con le letture estive e quindi vi parlerò oggi di un romanzo che mi ha tenuto compagnia durante le vacanze e che si è rivelato una piacevolissima scoperta. Sto parlando di Albion di Bianca Marconero di cui tra l'altro è in uscita il seguito, Ombre, che sarà presto in libreria (17 ottobre) e che sicuramente non mi farò scappare ^^. Ma come sempre partiamo dalla storia:



Rampollo di una antica quanto potente famiglia romana, Marco Cinquedraghi è in partenza per il prestigioso Albion College, la scuola in cui da sempre hanno studiato i membri della sua famiglia come l'amatissimo nonno Edoardo, scomparso proprio in quei giorni, e il fratello Riccardo morto in circostanze non del tutto chiarite proprio tra le mura del rinomato collegio. È con l'inquietudine nel cuore, quindi, che il giovane Cinquedraghi fa il suo ingresso nelle aule del palazzo svizzero che dovrebbe prepararlo a un futuro radioso e di successo. E l'Albion si dimostrerà da subito un universo totalmente diverso da tutto ciò che Marco ha conosciuto fino ad allora. Tra lezioni di scherma e di spada, codici d'onore e regole di condotta, una memoria antica si fa strada nell'anima dello studente mentre ricordi e ombre lontane sembrano riaffiorare dall'oscurità. E mentre nuovi personaggi si profilano all'orizzonte, Lance, Deacon, Helena, il nostro giovane protagonista scoprirà sulla propria pelle che onore, amicizia e amore sono valori per cui vale davvero la pena sacrificarsi...



IL MIO PENSIERO
Ne sont que trois materes a nul home entendant
de France, de Bretagne et de Rome la Grant

Scriveva così Jean Bodel nel XII secolo riferendosi ai tre grandi cicli classico, carolingio e arturiano, e sebbene la sottoscritta durante gli anni dell'università e gli esami di letteratura e filologia abbia prediletto quello francese e carolingio non rimango certo indifferente alle magiche trame intrecciate dalle storie bretoni.
Trame cui Bianca Marconero ammicca in questo urban fantasy originale e ben studiato. E quindi l'universo in cui Marco Cinquedraghi fa il suo ingresso, superata la soglia dell'Albion College, è impregnato di magia, onore, lealtà e tradimento e di quelle norme che dominarono l'età dei veri cavalieri. Ho apprezzato moltissimo il modo in cui l'autrice gioca con i nomi dei suoi personaggi, facendo quasi l'occhiolino al lettore e quindi non c'è da stupirsi se tra i professori di Marco incontriamo un Rudolph Tristan e un Lucien Du Lac e se un avvenente Lancaster Chevalier Du Lac se ne va errabondo tra i corridoi del collegio ;-)

Ho apprezzato anche il lento e continuo intrecciarsi di antico e moderno. I personaggi che si muovono tra le pagine di Albion sono adolescenti dei nostri giorni con i problemi e le inquietudini tipiche dei giovani d'oggi e Marco in particolare è un ragazzo arrabbiato, ribelle, viziato anche (ammetto che nella prima parte del romanzo ho provato dei sinceri moti di odio e antipatia nei suoi confronti) pure non passa inosservata l'evoluzione interiore dei vari personaggi toccati come da un'eco lontana di memorie ed emozioni. Marco, Deacon, Lance ed Helena, tutti dovranno fare i conti con sentimenti nuovi ed eventi inaspettati.
E di misteri tra le mura dell'Albion College se ne annidano parecchi, tra lezioni di filologia e battute di "caccia", ma starà a voi scoprirli, non faccio certo spoiler ^^
Certo è che la narrazione procede agile, con capitoli brevi che ci aprono gli occhi a più punti di vista e mentre le avventure di borsisti e regolari (e anche qui scoprirete il significato solo leggendo) si intrecciano e accavallano, le belle e frequenti descrizioni liberano la fantasia e conducono il lettore a un tempo lontano, che fu di armi e di amori.

Quattro pantofole. Forse sono stata un po' stretta perché in effetti la lettura si è dimostrata piacevole e avvincente ma, come vedrete, Albion è un romanzo aperto che dà l'avvio a un ciclo e prima di sbilanciarmi sono curiosa di vedere come la trama si evolverà. E penso che non aspetterò molto visto che il prossimo episodio sarà in libreria il 17 ottobre ^^
Di seguito come sempre vi lascio tutte le info sulla serie e sul volume:

La serie:
1. Albion, 2013
2. Albion. Diario di un'assassina (spin-off), 2014
3. Albion. Ombre, 2015


BIANCA MARCONERO

ALBION
Limited Edition Books; pagine: 400; EAN: 9788890841309; € 14,90
data di pubblicazione: 13 giugno 2013; potete acquistarlo QUI

Cresciuto senza madre, e dopo aver perduto il fratello maggiore - morto in circostanze misteriose -, nel giorno del funerale dell'amatissimo nonno, Marco Cinquedraghi riceve la notizia che gli cambierà la vita: deve lasciare Roma e partire per la Svizzera. È infatti giunto il momento di iscriversi all'Albion College, la scuola in cui, da sempre, si diplomano i membri della sua famiglia. Ma il blasonato collegio riserva molte sorprese. Tra duelli di spade e lezioni di filologia romanza, mistici poteri che riaffiorano e verità sepolte dal tempo che riemergono, Marco scoprirà il valore dell'amicizia e capirà che l'amore, quello vero, non si ottiene senza sacrificio. Nelle trame ordite dal più grande dei maghi e nell'eco di un amore indimenticabile si ridestano legami immortali, scritti nel sangue. Fino all'epilogo, tra le mura di un'antica abbazia, dove Marco conoscerà la strada che le stelle hanno in serbo per lui. 

CHI È BIANCA MARCONERO:
laureata in Lettere con una tesi su un misconosciuto poema cavalleresco in ottave, non ha mai superato l'infatuazione per la lirica cortese. Dal 2008 lavora come redattrice di riviste per teenagers, legate a popolari brand. Nel 2012 ha ideato e scritto i testi di una serie di libri per la prima infanzia. Vive in una casa minuscola con una fatina, un folletto dispettoso e il principe azzurro.

E ovviamente chiudiamo con la musica. Ho scelto un brano particolare per questo romanzo. Mi sono ispirata a un anime che ho particolarmente apprezzato Le Chevalier D'Eon e che sebbene ambientato in un'epoca molto diversa (la Francia agli albori della rivoluzione) tratta temi gemelli ad Albion, i concetti di cavalleria e lealtà, come dimostra la bellissima sigla di chiusura Over Night di Aya.
Chivalry, show me the way to go...

10 commenti:

  1. Anche a me è piaciuto, anche se in alcuni punti speravo qualcosa di più!
    Conto di leggere presto il secondo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io spero di leggerlo presto Ilenia ;-)!!!

      Elimina
  2. Questo libro è piaciuto anche a me, lo lessi l'anno scorso e ricordo che la scena che mi fece innamorare del libro è quella in cui Marco sta sul treno per andare all'Albion... da lì in poi l'ho letto tutto d'un fiato, tanto mi aveva preso :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti la trama scorre piuttosto avvincente e l'ambientazione scelta dall'autrice mi ha conquistata in particolar modo ^^

      Elimina
  3. Non posso che essere d'accordo con le tue parole. Anche a me questo romanzo è piaciuto molto, mi è un po' dispiaciuto solo del fatto che tutte le rivelazioni fossero concentrate nel finale, ma essendo il primo volume di una saga direi proprio che ci sta.
    Ho appena terminato di leggere il secondo libro della serie e me ne sono perdutamente innamorata, ti consiglio con tutto il cuore di proseguire la lettura!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Et voilà! Mi hai dato una bellissima notizia Annie, sono felice che il secondo episodio prometta così bene ^^

      Elimina
  4. Sono davvero contenta che ti sia piaciuto! Prima di leggere Ombre - io lo sto leggendo proprio in questi giorni *-* - ti consiglio di leggere anche Diario di un'assassina perché è davvero imperdibile :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È già sull'ereader Denise, quindi spero di leggerlo molto presto ^^

      Elimina
  5. Anche a me è piaciuto moltissimo *.* concordo, concordo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricordo la tua recensione entusiasta Ancella ^^ e ora che l'ho letto capisco anche il perché ;-)

      Elimina

Accomodatevi, infilate le pantofole e... lasciate un commento!