venerdì 14 ottobre 2016

ZORRO NELLA NEVE

Il border collie non combatte, invece cerca e salva la gente perduta nei boschi, scomparsa negli anfratti montuosi o sepolta dalle valanghe. È un eroe meno appariscente, per niente gradasso, non lascia firme, non si sente nemmeno un eroe, fa quel che deve fare in silenzio, lavora, obbedisce, ascolta, osserva come adesso che in silenzio, immobile aspetta che il suo amico umano dica o faccia qualcosa. Zorro è astuto, riflessivo, osservatore: non per niente è il nome spagnolo della volpe. 
(Paola Zannoner, Zorro nella neve)

Buongiorno lettori in pantofole! Oggi vi parlo di un romanzo per ragazzi di Paola Zannoner che mi aveva molto incuriosita e che ho ritrovato la scorsa primavera alla Fiera del libro per ragazzi di Bologna e in una veste molto interessante, ovvero finalista alla prima edizione del premio Strega ragazze e ragazzi. In quell'occasione non ho resistito e me lo sono portato a casa e adesso, a lettura conclusa, posso dire che si è rivelato davvero piacevole, e originale per l'argomento trattato. Ma come sempre partiamo dalla storia:


Luca è un ragazzo come tanti, frequenta l'ultimo anno alle superiori, ha un sorriso accattivante, un gruppo di amici affiatati e ama lo sport e la vita all'aria aperta. La velocità soprattutto, quel brivido che lo attraversa sulla pista quando vola con il suo snowboard e che lo fa sentire libero e anche un po' gradasso. Ma è bastato un attimo per perdere il controllo, e adesso Luca è intrappolato nella neve ed è solo nel buio e nel gelo. Ha ormai perso la speranza di salvarsi ma all'improvviso due fate con luminosi cerchietti tra i lunghi capelli lo riportano alla luce. Sono fate, sì, con orecchie e coda, sono i cani del Soccorso Alpino che lo hanno fiutato e segnalato ai propri conduttori. E così Luca incontra Zorro e il suo universo si capovolge. Ringraziare il cane che gli ha salvato la vita diviene una priorità, una priorità che gli apre le porte di un mondo sconosciuto fatto di fiuto e dedizione. Ma non ci sono solo Zorro, il suo padrone Bruno, e gli amici del Soccorso Alpino. C'è anche Mary che studia veterinaria e si sente a casa solo quando affonda il viso nel pelo morbido di un cucciolo, c'è Molly con i suoi occhi tristi, mascotte di un piccolo canile di provincia che fatica a tirare avanti. Ci sono gli scodinzolanti Toffy e Mila pronti a cambiare la vita a chi ha deciso di accoglierli e ci sono Cookie e Puppy che fiutano nell'aria gli odori del passato, del presente e, perché no, anche del futuro...

IL MIO PENSIERO

«Io però voglio vedere Zorro, gli regalo una pallina. Posso regalare una pallina al cane che mi ha salvato?»
Inizia così, da un semplice desiderio, da un sentimento di riconoscenza la storia di Luca e Zorro, una storia che si intreccia a tante altre a quella di Bruno, a quella dei cuccioli del canile e soprattutto a quella di Mary. Sì, perché Luca e Mary sono giovani, sono irrequieti, sono confusi e il loro guardare al futuro passa anche attraverso il naso, le orecchie e la coda di un amico a quattro zampe.
È un romanzo di formazione quello della Zannoner, un romanzo di crescita, decisioni e prese di coscienza ed è anche una storia originale che parla di natura, altruismo e dedizione. Affronta un tema inusuale nella narrativa per ragazzi e raccontandoci delle unità cinofile del Soccorso Alpino ci apre le porte a una realtà diversa, spesso poco visibile eppure tanto importante. 
Non ci sono cani con ghette e cappottino in questo romanzo, non ci sono animali nutriti con gelati e pasticcini ma eroi silenziosi che fanno di rigore e disciplina gli strumenti per aiutare l'uomo nelle situazioni più concrete e pericolose e il miracolo è quello della relazione speciale che si instaura tra umano e animale. 

Il romanzo è scorrevole, diretto, si è inevitabilmente coinvolti dall'entusiasmo di Luca e dalle mille macchinazioni di Mary per trovare una casa accogliente ai suoi trovatelli e ovviamente si rivolge ai giovani ed è al loro immaginario che si fa riferimento. Non stupisce quindi di incontrare tra le pagine eroi come Zorro e Lone Ranger, oppure i protagonisti di manga giapponesi e film di fantascienza. Non manca neanche un riferimento ai Nirvana, considerati loro malgrado voce e simbolo di ribellione giovanile: «È lui vero?» Luca indica Puppy che sembra segua il loro discorso e ogni tanto commenta con un latrato. «Smells Like Teen Spirit...» [...] «Sì, io l'ho scelta perché questi due hanno un fiuto sorprendente. Guarda lui come ti annusa.»
E poi ci sono loro, i cani, i veri protagonisti di questa storia da Zorro con il suo manto nero come il mantello di un eroe alla dolce Molly che può essere una bastardina poco attraente con il pelo rado, la testa grossa e le zampe corte e secche ma che davvero riempie la pagina di calore e simpatia fino ad arrivare ai cuccioli, Toffy, Mila, Cookie e Puppy i cui destini si incrociano a quelli dei protagonisti umani.

Certo non manca qualche difetto, ho trovato ad esempio un po' affrettato l'episodio dell'incidente di Luca che pure dà avvio alla storia, e alle motivazioni che porteranno il protagonista ad affacciarsi su una strada nuova da percorrere, pure ho trovato Zorro nella neve un romanzo coinvolgente, interessante non solo per un pubblico di giovanissimi e molto approfondito nelle tematiche trattate (molto belli i ringraziamenti di Paola Zannoner in chiusura di volume). Insomma una lettura piacevole, per tutti, un romanzo per riflettere ed emozionarsi. Quattro pantofole.  

Di seguito, vi lascio i dati del volume pubblicato da Editrice il Castoro nell'ottobre del 2014:


PAOLA ZANNONER

Zorro nella neve 
editore: il Castoro; pagine: 280 EAN: 9788880338321
data di pubblicazione: 8 ottobre 2014 
brossura: € 15,50; eBook: 10,99; acquistalo su: Giunti al Punto 

Luca scivola veloce sulla neve, libero sul suo snowboard, lontano dalla monotonia di giornate senza senso. La velocità è esaltante! Basta un attimo, però, per cambiare tutto: una valanga, e la neve diventa una prigione. Sembra la fine, ma Luca è fortunato: qualcuno lo salva nella notte. Degli uomini insieme a dei cani. Un cane soprattutto. Luca si risveglia sano e salvo ma diverso, ancora più irrequieto. E con una sola idea in testa: ringraziare quel cane, diventarci amico. Poco importa se gli altri lo prendono per pazzo. Anche Mary è insoddisfatta. Ha fatto tutto ciò che desiderava: si è iscritta a veterinaria, si è trasferita in un'altra città, lontano dalla famiglia e dai soliti giri. Eppure si sente davvero bene solo quando si occupa dei cuccioli abbandonati nel canile. Possibile che i cani la capiscano meglio delle persone? A volte per scoprire chi sei davvero devi affidarti all'istinto. Per Luca e Mary è arrivato il momento di farlo.

CHI È PAOLA ZANNONER:
autrice fiorentina molto amata dai ragazzi, ha iniziato la sua attività come bibliotecaria e critico letterario, collaborando con le più importanti riviste del settore. Ha pubblicato numerosi romanzi che si rivolgono con voce autentica al pubblico degli adolescenti. Fra i suoi titoli, il Premio Bancarellino 2004 La linea del traguardo (Mondadori), La settima strega (Fanucci), Dance (Mondadori), Voglio fare la scrittrice (De Agostini).



E ovviamente questa recensione si chiude con Smells Like Teen Spirit. E pensare che nonostante il Seattle Sound sia anima e colonna sonora di queste pagine, l'iconico pezzo di Kurt Cobain & Co. non era ancora approdato sul blog ^^ Primo singolo estratto da Nevermind (1991), secondo album in studio dei Nirvana, il brano è assurto ben presto nell'olimpo del rock e ancora oggi è annoverato tra le 500 migliori canzoni di tutti i tempi. E adesso verrà anche associato a Puppy e al suo fiuto eccezionale ;-)... parola di Mary!

2 commenti:

  1. "Il Castoro" sta pubblicando libri davvero carini, mi sono presa Fedoro poco tempo e non vedo l'ora di leggerlo.
    Questo lo hanno regalato a mia sorella che però ancora non l'ha letto. Ora che so meglio di cosa tratta glielo chiederò in prestito ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lumi, è vero ci sono diverse pubblicazioni il Castoro che mi interessano, pensa il romanzo della Applegate lo puntavo da prima che venisse pubblicato in Italia, lo avevo scovato su Goodreads e mi ero innamorata di trama e copertina, sono felice che sia arrivato qua! Fammi sapere quando lo avrai letto, sono molto curiosa ^^

      Elimina

Accomodatevi, infilate le pantofole e... lasciate un commento!