sabato 2 giugno 2018

Libri per viaggiare: la mia wishlist "on the road"



Buon weekend lettori in pantofole! Questa settimana un post un po' diverso, niente recensioni ma la mia personale wishlist di evasione in attesa delle vacanze. L'idea viene sempre da lui, Bill Bryson, l'autore che ultimamente mi ha fatto riscoprire la passione per la letteratura di viaggio. Mi sono messa a cercare altri titoli da aggiungere alla mia libreria e mi sono detta: ma i fondamentali? Ebbene sì mi mancano i grandi classici del genere on the road...

E quindi eccomi qua a stilare la mia wishlist, su questo diario di lettura virtuale. Perché, diciamocelo,  i libri possono davvero portarci ovunque e non c'è niente di meglio di una bella storia per farci partire zaino in spalla (e scarpette da viaggio ovviamente 😉) verso l'ignoto.

1. On the Road di Jack Kerouac
Un classico senza tempo che, mea culpa, non ho ancora mai letto. La storia segue il protagonista, il newyorkese Sal, nel suo viaggio verso Ovest assieme all'amico Dean. Un'epopea eroica di libertà e sfida alle rigide convenzioni della vita borghese e un racconto in gran parte autobiografico perché ispirato all'esperienza su strada dello stesso Kerouac.
(titolo originale: On the Road)
editore: Mondadoripagine: 406; EAN: 9788804668282
data di pubblicazione: 24 maggio 2016
brossura: € 14.00; eBook: € 7.99; acquistalo su: Giunti al Punto
Sal Paradise, un giovane newyorkese con ambizioni letterarie, incontra Dean Moriarty, un ragazzo dell'Ovest. Uscito dal riformatorio, Dean comincia a girovagare sfidando le regole della vita borghese, sempre alla ricerca di esperienze intense. Dean decide di ripartire per l'Ovest e Sal lo raggiunge; è il primo di una serie di viaggi che imprimono una dimensione nuova alla vita di Sal. La fuga continua di Dean ha in sé una caratteristica eroica, Sal non può fare a meno di ammirarlo, anche quando febbricitante, a Città del Messico, viene abbandonato dall'amico, che torna negli Stati Uniti. 

2. Strade blu di William Least Heat-Moon
Questo libro è sul mio scaffale ormai da tempo immemore... sono pessima, lo so. Tra l'altro si tratta di un vero capolavoro che documenta il lungo viaggio su van dell'autore attraverso le cosiddette Blue Highways le strade secondarie che come un reticolo attraversano gli Stati Uniti. Un libro che di sicuro è in grado di accendere in chiunque il desiderio di perdersi sulla strada.
(titolo originale: Blue Highways)
editoreEinaudipagine: 528; EAN: 9788806231798
data di pubblicazione: 25 maggio 2016
brossura: € 15.00; acquistalo su: Giunti al Punto
1978. In un anno di speranze distrutte un ex insegnante di inglese del Missouri decide di mollare tutto per tirarsi fuori dalla solita vita. Il giorno dell'equinozio di primavera sale a bordo del suo sgangherato furgoncino e inizia un viaggio dentro l'America e dentro se stesso. Seguendo un itinerario circolare, da Columbia a Columbia, sulle strade secondarie degli Stati Uniti, quelle che un tempo le vecchie cartine segnavano in blu, attraversa le Caroline, il Texas meridionale, lo stato di Washington, il Montana e il New England. E riscopre infine un'America diversa, sconosciuta, come gli indimenticabili personaggi che popolano questo libro singolare. Un romanzo di incontri, ricerche, inaspettate svolte.

3. Viaggi con Charley di John Steinbeck
Altro grande classico della letteratura di viaggio. Il diario di una straordinaria avventura attraverso gli Stati Uniti degli anni Sessanta. Steinbeck si mette sulla strada con un vecchio furgone, ribattezzato "Ronzinante" e il suo barboncino dall'altisonante nome di Charles Le Chien... insomma il Charley del titolo. Un libro da assaporare strada dopo strada e chilometro dopo chilometro.
(titolo originale: Travels with Charley. In Search of America)
editoreBompianipagine: 304; EAN: 9788845293726
data di pubblicazione: 15 novembre 2017
brossura: € 12.00; eBook: € 4.99; acquistalo su: Giunti al Punto
Nel settembre 1960 John Steinbeck affronta un viaggio attraverso gli Stati Uniti a bordo di un furgoncino chiamato Ronzinante in compagnia del barboncino Charles Le Chien, detto Charley. Lo scrittore ha sempre amato viaggiare e alle soglie dei sessant'anni sente che deve uscire di casa alla ricerca di ispirazione e di storie nuove per i suoi racconti e romanzi. Dalle piccole cittadine alle grandi metropoli fino ai paesaggi selvaggi, in questo libro ritroviamo lo sguardo maturo dello scrittore, e la sua curiosità e sensibilità per ogni aspetto della vita, umana e naturale. Un resoconto unico che offre uno spaccato dell'America degli anni sessanta, fatto di ritmi quotidiani, incontri con persone umili come un garagista o un negoziante, problemi vecchi e nuovi, come la questione razziale nelle periferie o l'inquinamento dei fiumi. Steinbeck rivela un acume unico nell'osservare la realtà dalla prospettiva degli umili e una vena lirica inconfondibile nel descrivere un'America che scopriamo pagina dopo pagina, chilometro dopo chilometro.

4. Wild di Cheryl Strayed
Questa volta passiamo a un memoir tutto al femminile. Cheryl Strayed racconta al lettori il suo viaggio in solitaria, a piedi, attraverso l'America selvaggia. Dal deserto del Mojave passando per la California, l'Oregon e il Pacific Crest Trail, un percorso difficilissimo di scoperta e rinascita personale.
(titolo originale: Wild)
editorePiemmepagine: 406; EAN: 9788868367053
data di pubblicazione: 3 maggio 2016
brossura: € 10.90; eBook: € 6.99; acquistalo su: Giunti al Punto
Dopo la morte prematura della madre, il traumatico naufragio del suo matrimonio, una giovinezza disordinata e difficile, Cheryl a soli ventisei anni si ritrova con la vita sconvolta. Alla ricerca di sé oltre che di un senso, decide di attraversare a piedi l'America selvaggia tra montagne, foreste, animali selvatici, rocce impervie, torrenti impetuosi, caldo torrido e freddo estremo. Una storia di avventura e formazione, di fuga e rinascita, di paura e coraggio. Una scrittura intensa come la vicenda che racconta, da cui emergono con forza il fascino degli spazi incontaminati e la fragilità della condizione umana di fronte a una natura grandiosa e potente.

5. In un paese bruciato dal sole di Bill Bryson
E chiudo ovviamente con Bill Bryson e con il prossimo titolo che vorrei leggere di questo autore. L'Australia è una delle mete dei miei sogni e Bryson ci porta con questo libro proprio alla scoperta di quelle terre bruciate dal sole attraverso foreste, città minerarie e costiere e spazi incontaminati. Un resoconto venato come sempre del suo umorismo e della sua inconfondibile curiosità. 
(titolo originale: In a Sunburned Country)
editore: Teapagine: 378; EAN: 9788850235681
data di pubblicazione: 15 maggio 2014
brossura: € 10.00; eBook: € 7.99; acquistalo su: Giunti al Punto
Dopo la strepitosa passeggiata nei boschi degli Appalachi, Bill Bryson è partito per l'Australia: l'isola più estesa del mondo e che è anche un continente, l'unico continente che è anche una nazione, l'unica nazione che è nata come una prigione. Armato di tanto tempo, del suo immancabile diario di viaggio e di inesauribile ironia e curiosità, Bryson ha attraversato in treno l'interno desertico, ha guidato nelle città e lungo le strade costiere, ha camminato e navigato, e si è fermato a parlare più o meno con tutti quelli che ha incontrato. Ayers Rock e la Grande barriera corallina, il bush e la spinifex, i serpenti velenosi e i canguri, Sydney e Canberra, gli aborigeni, i vecchi hippy e i surfisti in cerca della grande onda... il "catalogo australiano", insomma, è completo, e non poche saranno anche le sorprese. Tutto raccontato con la partecipazione emotiva, l'allegria stilistica e l'umorismo che hanno fatto di Bryson lo scrittore di viaggi più letto, e divertente, al mondo.

6 commenti:

  1. Sembrano tutti belli, bellissimi.
    Di Wild, ad esempio, ho adorato il film.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mr Ink! Devo recuperare anche il film che non ho ancora visto ^^

      Elimina
  2. "Wild" e "Sulla strada" voglio leggerli da tempo, ma anche "Strade blu" mi ispira.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Strade blu è considerato un po' un classico del genere e ho letto delle recensioni molto belle!

      Elimina
  3. Sono ottimi titoli per evadere quando le proprie vacanze sono ancora molto molto lontane! :)

    RispondiElimina
  4. Bellissimo post e bei consigli :)

    RispondiElimina

Accomodatevi, infilate le pantofole e... lasciate un commento!