lunedì 6 maggio 2013

Le novità in libreria #23


Buongiorno a tutti! Eccomi qua con il consueto appuntamento del lunedì, Le novità in libreria in cui presento una serie di libri scelti per voi tra gli ultimi arrivi sugli scaffali.
Ho fatto la pendolare per così tanto tempo che quando mi è cascato l'occhio su I pendolari delle 16.02 non ho potuto fare a meno di sfogliarlo, sembra una lettura leggera e simpatica quindi ho deciso di proporvelo. Proseguiamo con un romanzo che è anche una fiaba, l'ultima fatica di Mathias Malzieu che forse qualcuno conosce per essere il leader del gruppo rock francese Dyonisos. E per finire letteratura e cucina connubio perfetto nella raccolta di ricette di Alice B. Toklas. Scrittrice statunitense e compagna di Gertrude Stein, le due intellettuali organizzarono un salotto culturale molto vivo negli anni dell'avanguardia francese, frequentato dai più importanti nomi della letteratura, della pittura, della filosofia. Questo libro raccoglie le esperienze culinarie della Toklas, che andarono a ravvivare spesso i pomeriggi e le serate del salotto parigino. 

Priya Basil
I pendolari delle 16.02
Piemme
Pagine: 98
ISBN: 9788856627718
€ 9,00

TRAMA: Londra, un treno affollato nell’ora di punta. Due passeggeri persi nei loro pensieri. Helen ha appena finito di digitare un post sulla sua bacheca di Facebook, alludendo a un segreto che è stanca di tenere per sé; indugia un po’ prima di premere invio, perché sa che quelle parole avranno delle conseguenze. Kerm, medico, è di ritorno dal funerale del nonno e, con lo sguardo sul paesaggio che scorre oltre il finestrino, si interroga sul senso della vita.Nel caos scatenato da una banda di ragazzini, i destini di quei due estranei si intrecciano in maniera inaspettata.Può un semplice viaggio cambiare le loro vite per sempre?

Mathias Malzieu
L'uomo delle nuvole
Feltrinelli
Pagine: 144
ISBN: 9788807030444
€ 14,00

TRAMA: Tom Cloudman sogna di volare, la volta celeste è per lui un richiamo irresistibile, gli uccelli lo ipnotizzano. Per questo, diventa il peggior acrobata del mondo. Con le sue peripezie involontariamente comiche, a bordo di uno strabiliante marchingegno, si lancia da altezze vertiginose, attirando folle di curiosi. Ferite e contusioni non lo spaventano né lo frenano. Un giorno, all’ennesimo incidente, Tom finisce in ospedale, dove gli scoprono un male incurabile. Tutto sembra irrimediabilmente compromesso, quando, all’improvviso, a illuminare questa nuova vita appare un’affascinante creatura: metà donna metà uccello, intrigante e seducente, gli proporrà un patto. Se Tom si unirà a lei, abbandonandosi a un’estrema metamorfosi in riva al cielo, potrà salvarsi. Piume lievi ed evanescenti, magiche ascensioni nelle notti stellate e una macchina capace di catturare i sogni muovono un universo fiabesco in cui l’amicizia e soprattutto l’amore possono sconfiggere anche le situazioni più tragiche. Con onirica levità e fervida immaginazione, Mathias Malzieu ci invita a rompere le catene della razionalità, a guardare lontano, a guardare in alto.  

Alice B. Toklas
I biscotti di Baudelaire
Bollati Boringhieri
Pagine: 272
ISBN: 9788833924243
€ 16,50  

Con il loro salotto artistico e letterario – che negli anni tra le due guerre era frequentato, tra gli altri, da Picasso, Picabia, Matisse, Braque, Hemingway, Fitzgerald, Sherwood Anderson – Alice B. Toklas e Gertrude Stein hanno fatto un pezzo di storia. Ma quando, dopo la morte di Gertrude, un editore chiese ad Alice di scrivere le sue memorie, lei si schermì dicendo che al massimo sarebbe stata in grado di scrivere un libro di cucina. L’editore promise di accontentarsi, ma Toklas fece molto di più. Uscito nel 1954 in America con il titolo The Alice B. Toklas Cook Book, I biscotti di Baudelaire è una ricchissima raccolta di ricette e di ricordi non solo culinari, di aneddoti divertenti, di convinte opinioni su questioni gastronomiche ma anche artistiche, di viaggi tra Francia e America, di pranzi e cene a casa di artisti bohémien ma anche di ricchi e famosi. E così ecco i piatti, le idee, gli spunti di ricette che Alice condivideva con gli amici: il branzino di Picasso, per esempio, decorato con uova sode, tartufi ed erbe tritate («Quando lo servii Picasso diede in esclamazioni di meraviglia. Poi aggiunse: Non sarebbe stato meglio prepararlo in onore di Matisse?»), le uova alla Francis Picabia («il solo pittore da cui riuscii mai ad avere una ricetta»), le mele glassate di Cecil Beaton, la crema di Josephine Baker, la minestra di alloro di Dora Maar, il caffè di James Joyce e quegli incredibili biscotti di Baudelaire... 

8 commenti:

  1. Belli belli tutti e tre! Ho in ebook l'ultimo da leggere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io vorrei leggerlo... è che al momento il mio budget è davvero limitato!

      Elimina
  2. Malzieu mi ha piacevolmente stupito con "la meccanica del cuore"... Leggerei volentieri un altro suo libro! :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non ho letto niente di suo ma la trama di questo romanzo mi ha davvero colpita è molto particolare!

      Elimina
  3. Ciao!
    Scusa il fuori tema, ma sul mio blog c'è un premio per te! :3
    Mel

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vi ringrazio moltissimo! Troppo carine ^^

      Elimina
  4. L'uomo delle nuvolo sembra così dolce!!!!

    RispondiElimina
  5. Mi attirava L'uomo delle nuvole che è dello stesso autore de La meccanica del cuore...ma non ho sentito molti pareri positivi su quest'ultimo :P

    RispondiElimina

Accomodatevi, infilate le pantofole e... lasciate un commento!