mercoledì 9 ottobre 2013

L'universo dei libri #13

 
L'universo dei libri è una rubrica di mia invenzione dedicata alla scoperta dei luoghi e degli ambienti, in cui "vivono" le nostre storie preferite. Perché diciamocelo i libri servono anche per viaggiare, con la fantasia certo, eppure paesi, isole, case e grattaceli, manieri e abbazie talvolta abbiamo l'impressione di averli "visti" davvero attraverso le parole. Una rubrica che vuole essere una sorta di mappa virtuale legata alla carta stampata.

Buonasera lettori in pantofole, dopo una lunga assenza torna L'universo dei libri! Questa sera partiamo alla scoperta di un luogo affascinante immortalato da F. Scott Fitzgerald nel suo capolavoro Il grande Gatsby (qui la mia recensione). Si parte alla volta della costa orientale degli Stati Uniti con ancora nelle orecchie l'eco delle parole dello scrittore americano: 
Fu un caso che avessi affittato una villa in una delle cittadine più strane del Nord America. Si trovava su quella snella isola ribelle che si stende a est di New York e dove, fra le altre curiosità naturali, vi sono due insolite formazioni telluriche. A una trentina di chilometri dalla città due uova enormi, identiche nel contorno e divise soltanto da una baia, si gettano nel tratto d'acqua salata più addomesticata dell'emisfero occidentale, quel gran cortile sommerso che è lo stretto di Long Island.
(F. Scott Fitzgerald, Il grande Gatsby)


Il romanzo di Fitzgerald è ambientato negli anni Venti tra New York e Long Island. Precisamente la costa nord di Long Island che nell'immaginario collettivo assume il nome di Gold Coast (costa d'oro) proprio perché agli inizi del Novecento era stata eletta quale luogo di residenza da alcune delle famiglie più in vista della società newyorchese. Sulle due sponde della Manhasset Bay si potevano contare oltre 1200 tenute tra le quali si annoveravano quelle dei Vanderbilt, dei Roosevelt o di  J. P. Morgan. In particolare le due cittadine in cui è ambientato il romanzo: West Egg (dove risiedono Nick Carraway e Jay Gatsby) ed East Egg (dove abita Daisy con il marito) corrispondo alle attuali Kings Point e Sands Point. Luoghi dalle mille sfaccettature dove accanto alle ricche zone residenziali, decisamente snob, si incontrano ampie aree commerciali egemonizzate oggi dalle grandi catene nazionali mentre uscendo pochi chilometri al di fuori degli agglomerati urbani è possibile perdersi tra dune spazzate dal vento e spiagge magnifiche. Proprio sulla costa nord, la Sands Point Preserve è attraversata da suggestivi sentieri nella foresta e comprende una bella spiaggia di sabbia, lungo la baia, che merita davvero una lunga passeggiata. Al suo interno sorge la Falaise (risale al 1923) una delle poche residenze signorili del passato sopravvissuta al mutare dei tempi e adesso trasformata in museo. Infine, davvero degna di nota, è la pittoresca cittadina di Oyster Bay, dove il presidente Theodore Roosvelt era solito trascorrere le vacanze durante gli anni della sua presidenza.

2 commenti:

  1. Che meraviglia...sono luoghi eleganti e anche importanti :-) certo, all'epoca del romanzo di Fitzgerald dovevano avere un fascino unico!

    RispondiElimina
  2. Splendidi luoghi! Troppo bella questa rubrica!

    RispondiElimina

Accomodatevi, infilate le pantofole e... lasciate un commento!