domenica 25 novembre 2012

Lo Hobbit


Eccomi di ritorno dal cinema dove ho visto Breaking Dawn parte seconda (in realtà la saga a parte Twilight non mi ha esaltata e neanche i film, ma li ho visti tutti quindi non potevo mancare a questo). Be' in attesa dell'inizio mi sono gustata i trailer e (ovviamente) mi sono incantata a vedere Lo Hobbit che aspettavo da così tanto tempo!!! Uno dei miei libri preferiti in assoluto che uscirà in versione cinematografica il prossimo 13 dicembre. Per chi non avesse letto il libro (pochi in verità immagino) vi consiglio, tra le tante, l'edizione Bompiani (che tra l'altro ha pubblicato tutte le opere di Tolkien) annotata.

J.R.R Tolkien
Lo Hobbit
Bompiani
pagine: 400
EAN: 9788845290633
€ 17,50
data di pubblicazione: 15 novembre 2000


TRAMA: Se vi piacciono i viaggi fuori del confortevole e accogliente mondo occidentale, oltre il Confine delle Terre Selvagge, per poi tornare a casa, e pensate di poter provare un certo interesse per un umile eroe, ecco la storia di questo viaggio e di questo viaggiatore. Il periodo è il tempo antico fra l'Eta Fatata e il dominio degli Uomini, quando la famosa foresta di Bosco Atro esisteva ancora e le montagne erano piene di pericoli. Nel percorso verrete a imparare molte cose (come è capitato a lui) su Uomini Neri, Orchi, Nani ed Elfi e potrete dare uno sguardo alla storia e alla politica di un'epoca trascurata ma molto importante. Infatti il signor Bilbo Baggins andò in visita a vari personaggi di rilievo; ebbe una conversazione con il drago Smog; fu presente alla Battaglia dei Cinque Eserciti. Tutto cio è tanto più singolare in quanto egli era uno Hobbit. Finora gli Hobbit sono stati trascurati nella storia e nella leggenda, forse perché in genere preferivano le comodità alle emozioni. Questo resoconto, fondato sui ricordi di un anno elettrizzante nella vita solitamente tranquilla del signor Baggins, vi darà un'idea abbastanza chiara di questo rispettabile popolo che adesso (a quanto si dice) sta diventando piuttosto raro. Non amano il rumore. (J.R.R. Tolkien)
    

In una caverna sotto terra viveva uno Hobbit.
Ogni volta che leggo questa semplice frase provo un brivido. Sì perché bastano queste semplici parole a calare il lettore nel meraviglioso mondo creato da Tolkien, un luogo mitico e leggendario che diventa però reale nella mente del lettore, per la ricchezza e profondità dei particolari con i quali l'autore l'ha immaginato. Una favola senza tempo, o almeno gli elementi ci sono tutti, draghi, elfi, nani e... Hobbit. Bene e male, amicizia, lealtà, onore e inganno, sentimenti che possono sembrare scontati ma che pure ci toccano nel profondo perché insiti nel cuore di tutti. Una bella favola, come dicevo, ma non solo questo. Con la Terra di Mezzo il professor Tolkien ha creato davvero un'altra realtà, popoli, costumi, lingue, dietro ogni parola c'è uno studio profondo (del resto Tolkien era professore di letteratura inglese e filologo). E così mentre il piccolo Bilbo avanza in luoghi ignoti alla ricerca di avventure, il lettore si perde nella vastità di leggende e miti che fanno da corollario al racconto principale... un poema epico, quasi, che tramanda la memoria di un mondo "inventato" ormai più di settant'anni fa.


CHI ERA J.R.R TOLKIEN (1892-1973):
massimo studioso di letteratura medievale inglese, è l’autore della trilogia Il Signore degli Anelli, definito il libro del secolo XX. Tra le sue altre opere, tutte pubblicate in Italia da Bompiani a partire dal Duemila, ricordiamo: Il Silmarillion, Lo Hobbit, Albero e Foglia, Le avventure di Tom Bombadil, Racconti ritrovati, Racconti perduti, Il fabbro di Wooton Major, Il cacciatore di draghi, Roverandom, I figli di Hurin, Mr. Bliss, La leggenda di Sigurd e Gudrún, La caduta di Artù e Beowulf.

Di seguito posto il trailer del film di Peter Jackson (ascoltate la canzone dei nani è bellissima!). 

1 commento:

  1. è anche uno dei miei libri preferiti!! non vedo l'ora che esca il film :)

    RispondiElimina

Accomodatevi, infilate le pantofole e... lasciate un commento!